Affreschi

La decorazione parietale del perido lorenese, in massima parte inserita in contesti abitativi privati, è ancora poco conosciuta ai più; tuttavia, sulla scorta dei semi gettati nella mostra del Settecento Pisano del 1990, gli studi dell'ultimo decennio e i restauri condotti sotto la supervisione dalla Soprintendenza da vent'anni ad oggi hanno permesso un notevole arricchimento del bagaglio di conoscenze del periodo e, soprattutto, una visione d'insieme sulle tipologie decorative dell'intero secolo decimottavo e di quanto sia filtrato, trascolorando in tendenze poi via via più perspicue, in quello successivo.

Sono emersi così il gusto e l'urgenza rappresentativa di un'intera classe dirigente che, stimolata dalla novità del cambio di "comandante" sembra affrettarsi a mettersi al passo con le ultime tendenze artistiche europee e italiane, in una smania di mostrarsi che tradisce la preoccupazione di apparire degni della considerazione della nuova casa regnante. Cosicché le principali famiglie pisane aggiornarono via via la decorazione dei propri palazzi, che contengono testimonianze significative e leggibili in senso diacronico del mutare dei tempi e delle mode. Possiamo dunque scandire il periodo in esame in tre macrofasi, cui corrispondono altrettante tipologie decorative.

Affreschi di fine Settecento

Affreschi di inizio Ottocento

Affreschi di metà Ottocento

Per la consultazione del restauro degli affreschi nel sistema informativo Sicar, vedi la guida. Se non si visualizzano sul proprio computer le immagini, occorre installare il plug-in Adobe SVG Viewer.
Clicca sull'icona sottostante per effettuare gratuitamente e in pochi secondi il download