La Cattedrale di Pisa nella Piazza dei Miracoli: un rilievo 3D

In questo progetto è stata sperimentata la tecnologia di scansione laser a tempo di volo per realizzare un modello tridimensionale del Duomo di Pisa, nella convinzione che il rilievo tridimensionale costituisca elemento essenziale sia per la localizzazione e la mappatura del degrado sia per la registrazione delle tecniche esecutive di un bene artistico. Per il rilevamento, effettuato dalle due Università, sono state applicate procedure integrate topografiche e laser scanner 3D (Leica HDS 2500 e Leica HDS 3000); i dati acquisiti sono stati elaborati dal CNR che, attraverso software sviluppati interamente dall'Istituto, ha registrato, unito e semplificato tutte le scansioni, al fine di generare un'unica superficie triangolata provvedendo poi, sempre con SW propri, a renderla visualizzabile in maniera interattiva anche su computer a basso costo. Sono state poi eseguite riprese digitali ad alta risoluzione delle zone rilevate ed è stato effettuato il collegamento di tali immagini alla geometria 3D per permettere una visualizzazione integrata. Il risultato è una rappresentazione tridimensionale misurabile che contiene sia l'informazione quantitativa (geometrica) che quella qualitativa (colore reale degli elementi e dettaglio dell'immagine digitale, nelle zone coperte dal rilievo fotografico). Il modello costituisce quindi la base essenziale di una banca dati di tipo dinamico nella quale sono inserite le informazioni di tipo storico-culturale, diagnostico e conservativo attraverso il collegamento con i Sistemi Informativi dedicati alla documentazione storica e di restauro (SiCAR e ARISTOS).

Progetto realizzato nel 2001

Crediti

Soprintendenza di Pisa

Opera Primaziale Pisana

Centro Dipartimentale DIAPReM dell'Università di Ferrara

Dipartimento di Progettazione dell'Architettura dell'Università di Firenze

Visual Computing Lab dell'Istituto di Scienza e Tecnologie dell'Informazione del CNR di Pisa

Leica Geosystem SpA di Milano